Leggi:

Cronaca

Truffate oltre 500 vittime in 13 regioni, anche in Sicilia

Complessivamente, erano stati promessi finanziamenti per un totale di 50 milioni di euro

di Redazione -





La Guardia di Finanza di Ravenna ha smascherato una truffa da 2 milioni di euro che coinvolgeva circa 500 vittime residenti in 13 regioni italiane. Il raggiro prevedeva la promessa di accesso a fondi europei, anche a fondo perduto, che in realtà non esistevano. Le vittime venivano ingannate e chiamate a corrispondere un compenso per avviare la pratica di finanziamento. Il meccanismo di frode coinvolgeva società con sede a Roma, Viareggio e Cagliari. Le vittime versavano una somma che, dopo essere stata decurtata della quota spettante alle società coinvolte, finiva nelle mani del promotore, un individuo residente a Ravenna. La truffa si basava su richieste di finanziamento per varie esigenze, come compravendite immobiliari o situazioni di crisi familiare. Complessivamente, erano stati promessi finanziamenti per un totale di 50 milioni di euro.