Leggi:

Cronaca

Si filma a 270 km/h sulla Siracusa-Avola e posta il video

Un aumento significativo di comportamenti pericolosi al volante

di Redazione -





Ieri, un individuo di 40 anni ha deciso di emulare le gesta degli eroi della saga di Fast and Furious sull’autostrada Siracusa-Avola, raggiungendo la vertiginosa velocità di 270 km/h con la sua berlina. Fiero del suo exploit, ha condiviso il video della sua ‘impresa’ sui social, senza riflettere sulle inevitabili conseguenze. La Polizia Stradale di Siracusa è intervenuta dopo che il video del temerario pilota ha fatto il giro dei social media, identificando facilmente l’autore delle imprudenze e contestandogli gravi reati. La sua ‘prova’ di coraggio non è passata inosservata, ma ha comportato una salata multa e la segnalazione per la revisione della patente, dato che ha nettamente superato i limiti di velocità, rendendo pubblico il tutto sui social.

Il fenomeno preoccupante di filmare sé stessi mentre si guida sta diventando sempre più diffuso

Un aumento significativo di comportamenti pericolosi al volante. Gli agenti della Polizia Stradale, nell’ambito delle attività di verifica e repressione delle violazioni comportamentali, hanno riscontrato un aumento di condotte azzardate spesso motivate dal desiderio di esibizionismo da condividere sui social. Il comandante della Polstrada di Siracusa, Antonio Capodicasa, da anni si impegna nella sensibilizzazione dei giovani alla corretta condotta alla guida e alla sicurezza stradale, visitando le scuole del sud-est siciliano per trasmettere questi importanti messaggi. Purtroppo, il messaggio non è stato recepito da questo individuo di 40 anni, dimostrando che l’età non è solo un dato anagrafico.

A 270 km/h

L’esibizionismo del quarantenne sui social ha raggiunto l’apice sull’autostrada A/18, tra lo svincolo di Siracusa e quello di Avola, mettendo in grave pericolo sé stesso e gli altri. Ha percorso diversi chilometri a una velocità ben superiore ai 270 km/h, documentando il tutto ripetutamente con il cellulare. Il conducente, però, ha ignorato il fatto che la velocità massima consentita in quel tratto autostradale è di 80 km/h. Ora, oltre a dover affrontare una multa salata, sarà sottoposto alla revisione della patente, una misura che può essere disposta quando sorgono dubbi sulla sua idoneità fisica e mentale alla guida o quando il conducente perde tutti i punti sulla patente.”