Leggi:

Cronaca

Nelle ‘piazze’ del Ragusano la droga viaggiava con i pusher sui pullman, cinque arresti

Uno dei destinatari delle misure cautelari è stato rintracciato in un B&B di Napoli, mentre altri due si trovavano all'estero

di Redazione -




Le piazze di Scicli, nel Ragusano, erano interessate da un traffico di droga proveniente da Catania.

Pullman come mezzi di trasporto

I pusher utilizzavano anche i pullman extraurbani per eludere i controlli delle forze dell’ordine. Questo emerge dal blitz denominato ‘Bus drug’, eseguito all’alba dai carabinieri di Modica, durante il quale sono state eseguite cinque misure cautelari a carico di indagati residenti tra Scicli e Donnalucata. Gli indagati sono accusati di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, aggravata poiché commessa in concorso tra loro. Una donna dovrà rispondere anche dell’aggravante di essersi avvalsa di un minorenne. Un 40enne è stato sottoposto a custodia cautelare in carcere, mentre un 29enne e un 31enne sono stati posti ai domiciliari. Per un 34enne e un 26enne è stato disposto l’obbligo di dimora. Le indagini, avviate nell’aprile 2022 e concluse nell’ottobre dello stesso anno, hanno permesso di ricostruire numerose cessioni di marijuana, hashish e cocaina, coinvolgendo anche un minore tra gli acquirenti.

Documentati circa 90 cessioni di droga

È emerso che alcuni pusher ai domiciliari sfruttavano il permesso di lavoro per spacciare cocaina al dettaglio. Durante le indagini sono stati effettuati diversi arresti in flagranza e sequestri di stupefacenti. Sono stati documentati circa 90 cessioni di droga e identificazioni oltre 20 clienti, tra cui un minorenne. Gli investigatori spiegano che l’approvazione avveniva attraverso fornitori catanesi, con un movimento di denaro contante stimato intorno ai 15mila euro. Uno dei destinatari delle misure cautelari è stato rintracciato in un B&B di Napoli, mentre altri due si trovavano all’estero