Leggi:

Cronaca

Materasso incendiato all’Ucciardone. Sovrintendente intossicato

Il CNPP continua a chiedere la chiusura della nona sezione dell'Ucciardone perchè "strutturalmente obsoleta".

di Redazione -





Non c’è pace nelle carceri. Anche nri giorni scorsi di fine anno, tensione dietro le sbarre. E’ scuccesso all’Ucciardone al carcere di Palermo. Dove per un prosecco non dato (questo sembra essere il motivo), scoppia il finimondo. “Un detenuto alla nona sezione, per protesta ha dato fuoco a un materasso. Un sovrintendente è rimasto intossicato“. Lo ha detto il segretario regionale del sindacato di polizia penitenziaria CNPP, Maurizio Mezzatesta e ha raccontato dell’incendio all’interno di una cella del carcere di Palermo. “Solo l’intervento della polizia penitenziaria ha evitato il peggio” aggiunge Mezzatesta che continua a chiedere la chiusura della nona sezione dell’Ucciardone perchè “strutturalmente obsoleta“. Sei gli agenti feriti nella polizia penitenziaria in pochi giorni