Leggi:

Cronaca

Emergenza droga a Gela: un centro di traffico e smercio

Il territorio di Gela è un centro di spaccio della droga, ma anche luogo di deposito e di transito della sostanza stupefacente, dalla marijuana alla cocaina

di Redazione -




L’allarme lanciato mesi fa si è rivelato concreto: il territorio di Gela è diventato un “centro di spaccio della droga”, un luogo non solo di distribuzione ma anche di deposito e transito di sostanze stupefacenti, dalla marijuana alla cocaina.

Le recenti operazioni delle forze dell’ordine, coordinate dalle procure locali e minorili, hanno confermato la diffusione diffusa delle droghe in città e rivelato come Gela sia diventata nel tempo un punto cruciale per il traffico e lo smercio di sostanze stupefacenti.

In passato, Gela fungeva principalmente da destinazione finale per il mercato della droga proveniente da Palermo e Catania, trasportato principalmente da corrieri attraverso autobus e automobili. Tuttavia, con l’aumento della domanda e il crollo dei prezzi, soprattutto della cocaina, il mercato delle droghe si è esteso anche ai paesi circostanti, soprattutto nel sud della provincia.

Si è anche riscontrato un aumento delle armi, trovato anche nelle abitazioni degli spacciatori. Emerge un nuovo fenomeno: la costruzione fai da te di armi “sfuggite alle immatricolazioni”. Il Procuratore facente funzione di Gela, Lucia Musti, ha sottolineato in un’intervista che l’allarme sull’emergenza droga è ben fondato, con legami evidenti alla criminalità organizzata. La recente serie di arresti e sequestri di marijuana e cocaina conferma la gravità della situazione. Gela si conferma come un centro rilevante per lo spaccio, soprattutto nella provincia di Caltanissetta. Immagini droga e armi