Leggi:

Cronaca

Altri 18 ‘furbetti’ dell’energia elettrica, beccati dai Carabinieri a Palermo

Dopo Brancaccio e il Capo, adesso i controlli si sono concentrati su Bonagia

di Redazione -





E’ una vera e propria ondata, quella dei furti di energia elettrica a Palermo. I controlli dei carabinieri per il contrasto del fenomeno del furto di corrente elettrica, dopo Brancaccio e Capo, hanno portato all’individuazione rispettivamente di altri 10 e 8 nuclei familiari totalmente sconosciuti agli uffici ENEL. I militari, insieme ai tecnici, hanno verificato gli allacci abusivi e hanno denunciato 18 persone, tutte domiciliate nel quartiere Bonagia. Le loro abitazioni, sprovviste di contratto di fornitura per il servizio elettrico, sarebbero state connesse abusivamente alla rete, annullando quindi totalmente la spesa dell’utenza. Tutti gli indagati, oltre ad essere chiamati a pagare il consumo stimato, risponderanno di furto aggravato, con pena prevista, in caso di condanna, dai 2 ai 6 anni di reclusione.