Leggi:

Attualità

Silenzio e riflessioni intime nella Marcia della Pace a Catania

Alla testa del corteo il vescovo e l'imam del capoluogo etneo. Grande compostezza per dire no alle guerre

di Redazione -





Anche a Catania la marcia della pace promossa dall’arcidiocesi con le realta’ associative e i movimenti del territorio. Ieri l’arcivescovo Luigi Renna e l’imam della Moschea della Misericordia, Kheit Abdelhafid, hanno guidato l’appuntamento. L’evento e’ ispirato dal Messaggio di Sua Santita’ Francesco per la LVII Giornata Mondiale della Pace “Intelligenza artificiale e pace”, con sottotitolo, un riferimento preciso: “Per la pace non basta l’intelligenza artificiale! Occorre umanita’ e responsabilita’”. Un concetto ripreso anche dal vescovo nel suo messaggio di fine anno alla comunita’ catanese: “Buon Anno con quei sentimenti di pace che nascono solo quando abbiamo imparato dal Figlio di Dio l’umilta’ e la sua mitezza di Agnello. E a voi che abitate i presepi del nostro tempo: vi auguro di trovare la forza e incontrare la nostra fraternita’ di credenti per ritornare a sorridere ogni giorno”. La manifestazione si e’ svolta nell’assoluto silenzio