Leggi:

Agricoltura

Siccità: ristori dalla Regione per il settore agrumicolo

di Redazione -





La Regione Siciliana comprerà sette milioni e mezzo di euro di agrumi da trasformare in succhi da destinare a scopi umanitari e di solidarietà sociale. La norma, suggerita qualche tempo fa dall’ex governatore Raffaele Lombardo, pensata per sostenere il comparto agrumicolo, prevista dalla legge finanziaria di quest’anno, entra nella fase operativa con la pubblicazione dell’avviso rivolto alle organizzazioni di produttori (O.p.), ai trasformatori di agrumi e ai singoli agrumicoltori.
I produttori, per il conferimento alle industrie di trasformazione dovranno fare riferimento alle O.p che, a tale finalità, sono autorizzate ad acquistare il prodotto dai non soci. Gli interessati devono essere in possesso, alla data di presentazione della domanda, delle seguenti condizioni di ammissibilità: essere iscritti al registro delle imprese della Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura (CCIAA); avere la sede operativa e legale nel territorio della Regione Siciliana; essere in regola con la certificazione antimafia. Ciascun prodotto e passaggio della filiera dovrà essere realizzato in Sicilia utilizzando solo ed esclusivamente materie prime prodotte sul territorio regionale.
“Si tratta – ha dichiarato il deputato regionale autonomista Giuseppe Lombardo – di un ristoro fortemente voluto dal Gruppo parlamentare MPA, che in queste ore trova concreta attuazione con 7,5 milioni di euro per gli agrumicoltori colpiti dai gravi effetti che la siccità sta arrecando alla qualità delle produzioni, destinando i raccolti alla trasformazione industriale per finalità umanitarie e di solidarietà sociale”. Come detto l’input è arrivato proprio dal leader autonomista che a metà del mese di dicembre dello scorso anno, denunciò come “la carenza di piogge avesse determinato la produzione di arance di piccolo e piccolissimo calibro che spesso toccano la percentuale del 50%”.
Un problema che, secondo l’ex presidente della regione poteva essere risolto riproducendo “la formula della solidarietà a popoli in grave difficoltà, allora – si legge nella nota di Raffaele Lombardo del 18 dicembre 2023 – durante la mia presidenza, si donò agli Haitiani, oggi agli Ucraini e al popolo palestinese”. Un’indicazione recepita dal presidente della Regione, Renato Schifani, e dai deputati regionali del gruppo Popolari e Autonomisti.
“Abbiamo voluto e realizzato – continua il deputato Mpa Giuseppe Lombardo – in tempi brevi un sostegno concreto nei confronti di un settore messo in ginocchio dalla grave carenza idrica registrata nel corso dell’anno.
Gli effetti della siccità sulla qualità delle produzioni, in particolare delle arance, ne hanno irrimediabilmente compromesso la commercializzazione. Per questo abbiamo pensato ad un intervento finanziario della Regione, finalizzato all’acquisto degli agrumi ed al sostengo degli oneri relativi alle attività essenziali e funzionali alla gestione delle operazioni di conferimento e trasformazione in succhi per finalità umanitarie e di solidarietà sociale”.