Leggi:

Attualità

Riaperti all’uso i primi 350 metri della darsena traghetti al porto di Catania

L'obiettivo è rendere Catania una città con un'area portuale completamente rinnovata e all'avanguardia

di Redazione -




Il porto di Catania ha riaperto la grande darsena, che ora può ospitare contemporaneamente quattro grandi traghetti Ro-Ro. Le prime tre banchine sono state riaperte dopo lavori di rifacimento e messa in sicurezza. Questa iniziativa migliorerà la promiscuità dei traffici portuali e risolverà problemi precedenti derivanti dalla chiusura forzata delle banchine.

C’era un’instabilità del molo

Il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale (AdSP), Francesco Di Sarcina, ha spiegato che anni fa, a causa delle eliche delle navi, si era verificata un’instabilità del molo che aveva portato alla chiusura dell’area. Di conseguenza, i traghetti erano costretti ad attraccare in zone condivise, causando disagi e promiscuità. La riapertura delle banchine risolve questo problema, fornendo spazio esclusivo per i traghetti. Il lavoro è stato finanziato con le risorse della tassa di soggiorno, senza impatto sul bilancio comunale. Il sindaco di Catania, Enrico Trantino, ha elogiato l’opera di risanamento e restyling del porto, sottolineando la sinergia tra l’amministrazione comunale e l’Autorità portuale. L’obiettivo è rendere Catania una città con un’area portuale completamente rinnovata e all’avanguardia, in grado di attrarre flussi economici significativi.

I lavori sono stati eseguiti dall’azienda Enel Spazio X

Si stima che questa iniziativa contribuirà ad aumentare il traffico di traghetti da e per Catania. La fine completa dei lavori è prevista entro febbraio 2024, con tre mesi di anticipo rispetto alla data inizialmente prevista. Inoltre, grazie a economie di gestione, sarà possibile riqualificare anche la pavimentazione della darsena.