Leggi:

Attualità

Parrocchia a secco a Gela, il parroco lancia un appello a Caltaqua

Secondo il parroco di San Giovanni Evangelista, la somma richiesta da Caltaqua è eccessiva

di Redazione -




Don Giuseppe sorride quando gli chiediamo del contenzioso con Caltaqua, un debito di 40mila euro accumulato a causa di una perdita occulta che ha portato recentemente al distacco dell’utenza da parte dell’azienda italo-spagnola. Questa decisione ha creato sgomento in parrocchia e ha suscitato l’indignazione del sindaco Lucio Greco, che ha ufficialmente richiesto il ripristino della fornitura. Don Giuseppe invita Caltaqua al buon senso, definendo la situazione una vera ingiustizia.

Secondo il parroco di San Giovanni Evangelista, la somma richiesta da Caltaqua è eccessiva, ma è disponibile a trovare un punto d’incontro. In queste ore è attesa la decisione di Caltaqua riguardo al destino della maxi bolletta, ma il ripristino della fornitura dovrebbe essere ormai certo, come richiesto ufficialmente dal sindaco. Nell’attesa, i fedeli faranno il segno della croce con l’acqua minerale nelle acquasantiere.