Leggi:

Cronaca

Folla di persone al cimitero di Palermo al funerale blindato di Rosolino Celesia

La bara scortata dalle forze dell'ordine

di Redazione -





Il funerale di Rosolino Celesia, il giovane di 22 anni ucciso nella discoteca Notr3 a Palermo, è avvenuto in un contesto blindato nel cimitero di Sant’Orsola. La polizia ha controllato gli ingressi, consentendo l’accesso solo a poche persone. Alcuni amici di Rosolino, a bordo di moto, sono rimasti fuori dal cimitero. La famiglia del giovane è entrata in chiesa per la funzione religiosa presieduta dal parroco Don Salvatore Petralia della parrocchia di San Giovanni Apostolo.

Prima della celebrazione, si è svolto un piccolo corteo al Cep

La bara bianca è stata esposta davanti all’ingresso dell’abitazione, circondata da giovani con magliette e foto di Rosolino, insieme a palloncini celesti e bianchi. La bara è stata poi trasportata giù con un elevatore utilizzato per i traslochi, seguita da applausi e un piccolo corteo, sorvegliato da agenti e carabinieri, che ha seguito il carro funebre.