Leggi:

Attualità

E’ di nuovo emergenza idrica a Trapani

Dopo una visita ispettiva nella condotta idrica, il Comune ha comunicato che sono stati rilevati ulteriori 25 metri di danni grazie all'ispezione con una telecamera

di Redazione -




Una nuova e grave emergenza idrica sta causando notevoli problemi a Trapani. La città è priva di acqua da diversi giorni, creando disagi e frustrazioni tra i cittadini. La causa di questa crisi è un ulteriore guasto alla condotta idrica che trasporta l’acqua dal pozzo di Bresciana al capoluogo, precisamente in località Milo. Durante lavori per conto dell’Enel, un escavatore ha danneggiato la condotta idrica, lasciando la città e l’area circostante senza approvvigionamento idrico.

Si prevede che saranno necessarie almeno tre settimane per riparare la condotta di Bresciana. Nel frattempo, si sta cercando di affrontare l’emergenza realizzando un bypass che permetterà un erogazione quotidiana, seppur limitata, dell’acqua nelle case dei trapanesi. Tuttavia, i lavori per il bypass richiederanno alcuni giorni.

Dopo una visita ispettiva nella condotta idrica, il Comune ha comunicato che sono stati rilevati ulteriori 25 metri di danni grazie all’ispezione con una telecamera. Si prevede che le prime tubazioni per il bypass arriveranno in città oggi.

Nel frattempo, l’acqua viene distribuita ogni quattro giorni nelle zone alternate tra Trapani Nuova e il centro storico. Nei restanti giorni, nessuna zona riceve approvvigionamento idrico, e c’è un intero quartiere, Villa Rosina, che è completamente privo di acqua.

L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Giacomo Tranchida, ha chiesto l’intervento del Prefetto e della Protezione Civile per gestire questa grave emergenza. Nel frattempo, i cittadini, gli esercenti e gli albergatori stanno affrontando notevoli difficoltà, con molte attività che rischiano di subire danni irreparabili a causa di questa ennesima crisi idrica.