Leggi:

Cronaca

Duro colpo alla mafia italo-americana

di Redazione -




FBI e Polizia di Stato insieme per chiudere una lunga e intrecciata indagine che ha coinvolto diverse famiglie mafiose, sia in Italia che negli Stati Uniti. Nell’operazione odierna sono state eseguite 17 misure cautelari, di cui 7 sul suolo italiano, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia di Palermo.

Tutte le forze in campo

Le forze dell’ordine coinvolte includono il Servizio centrale operativo e la Squadra mobile di Palermo, con il supporto di unità specializzate dei Reparti Prevenzione Crimine, unità cinofile, il Reparto volo e agenti speciali dell’FBI in veste di osservatori. Contestualmente, a New York sono state eseguite 10 misure restrittive. Tra le famiglie mafiose coinvolte figura anche quella dei Gambino, un nome ben noto nell’ambito delle indagini sulla criminalità organizzata, soprattutto per la celebre inchiesta Pizza Connection condotta da Giovanni Falcone negli anni ’80. La famiglia mafiosa dei Gambino sembra mantenere connessioni attive con affiliati siciliani, in particolare con ex boss dei clan di Torretta, Partinico e Borgetto. I reati contestati agli individui coinvolti includono associazione mafiosa, estorsione, incendio doloso, turbativa d’asta e cospirazione. L’indagine dimostra la persistenza delle relazioni transatlantiche tra le famiglie mafiose italiane e statunitensi, sottolineando la necessità di un coordinamento internazionale per contrastare efficacemente la criminalità organizzata.