Leggi:

Politica

Ancora problemi di maggioranza sugli strumenti finanziari alla Regione

Incespicano il Governo e chi lo sostiene, nel delicato percorso degli strumenti finanziari. Situazione parecchio delicata. Le opposizioni molto dure

di Redazione -





Continua fra troppi ostacoli, la marcia degli strumenti finanziari al Parlamento Siciliano. Arriva lo stop ai lavori della commissione Bilancio dell’ARS. Si ferma l’organismo presieduto da Dario Daidone, che oggi ha esaminato una parte del bilancio di previsione della Regione e che è già stato riconvocato per le 12 di domani, ripartendo dall’esame di un emendamento tecnico presentato dal governo. Una proposta di modifica, presentata dall’assessore all’Economia Marco Falcone, necessaria per fare fronte a un minore gettito IRPEF per la Regione e alla compartecipazione della Sicilia alla spesa sanitaria. Quando sarà concluso l’esame del bilancio, la commissione passerà ad analizzare la Finanziaria

Le opposizioni vanno giu’ dure: La maggioranza è sfaldata

Le recenti manovre di Schifani per l’unità del centro destra si sono rivelate efficaci come lo è la forchetta per il brodo. Metà della maggioranza ha disertato oggi la commissione Bilancio e sono stati sostituiti con una evidente e poco elegante forzatura al regolamento“. Affermazioni che arrivano dai 5 stelle che rimarcano come questa impasse: “Questo, comunque, conferma quello che era già apparso evidente, a partire dalla bocciatura del Bilancio consolidato. Le spaccature nel centro destra somigliano più a voragini che a semplici crepe e in molti nella maggioranza remano contro il governo


Articoli correlati