Leggi:

Attualità

A Natale, volare in Sicilia è un lusso per pochi

Codacons, denuncia aumenti vertiginosi dall'ultima indagine sul caro voli fatta dall'associazione dei consumatori meno di tre settimane fa.

di Redazione -





In quindici giorni o poco più, i prezzi dei biglietti aerei per volare verso la Sicilia nei giorni del Natale, registrano aumenti vertiginosi che raggiungono, anche il +78%. L’ultima denuncia in ordine di tempo, è quella oggi del Codacons –i cui interventi sul tema, hanno già provocato un paio di indagini dell’Antitrust– e riapre lo scenario su quella che è una vergogna insostenibile a cui ha provato a porre qualche rimedio la Regione, trovando in ITA Airways, l’unico interlocutore disposto a un minimo di intesa per calmierare i prezzi. Codacons mette in rapporto l’ultima sua indagine del 2 novembre sulle tariffe dei voli per la Sicilia a ridosso di Natale, con i dati odierni raccolti sulle piattaforme di prenotazione specializzate, scoprendo che i prezzi dei biglietti aerei sono schizzati.

242 euro da Firenze a Catania e 342 da Bologna a Palermo

Per volare da Roma a Catania partendo il 22 dicembre, il biglietto, in soli 18 giorni, è aumentato del +54,9% se si parte il 22 dicembre (127 euro) e del 48,9% se si parte il giorno dopo (140 euro). +34,4% la tratta Roma-Palermo con partenza il 22 dicembre e +48,5% per la tratta Milano-Catania (da 165 a 245 euro partendo il 23 dicembre). Da Firenze a Catania, aumento di prezzo in meno di tre settimane del 33,7% partendo il 24 dicembre entro le 17.00: 181 euro costava il biglietto il 2 novembre e oggi costa 242 euro. E se già questi sono prezzi esosi, diventano proibitivi per chi arriva da Bologna, città dove forte è la presenza universitaria siciliana. Il costo di solo andata sale a 342 euro per volare il 22 dicembre a Palermo (+32,5% su inizio novembre), 314 se si parte il giorno dopo. Anomalo, infine, l’andamento prezzi per i voli da Torino, città dove sono tanti gli studenti siciliani che frequentano l’università e, in particolare, il Politecnico: se si parte il 22 o il 23 dicembre, i prezzi risultano inferiori rispetto a quelli venduti a inizio novembre, con una discesa fino al -24% per la tratta Torino-Catania


Articoli correlati